Artigiani emergenza Covid-19 Decreto Cura Italia: sospeso obbligo di iscrizione al fondo di solidarietà bilaterale

Ammortizzatori sociali anche ai lavoratori dipendenti di aziende artigiane non iscritte al Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato (FSBA) il TAR del Lazio dice sì!

Con un provvedimento del 19/04/2020, il Presidente del Tar del Lazio – Roma, sez. III quater Riccardo Savoia ha riconosciuto il diritto di presentare istanza di integrazione salariale senza previa iscrizione a FSBA ed EBNA in favore delle maestranze di un’impresa artigiana che aveva presentato ricorso.

La notizia viene data direttamente dal Presidente del Sindacato CLAS Nazionale Davide Favero che riconosce come tale decisione renda finalmente giustizia a tutti quei lavoratori dipendenti delle imprese artigiane che ad oggi si erano visti esclusi da forme di sostegno al reddito COVID-19 anche per loro previste dal Decreto Cura Italia.

Il leader del Sindacato CLAS così commenta: “Tale decisione ha risolto una diatriba tra le imprese artigiane e il FSBA “sconfessando” così la natura “obbligatoria” dell’iscrizione al Fondo di solidarietà al fine di accedere agli ammortizzatori sociali, obbligando in questo modo il Fondo a predisporre una semplice istanza per ottenere l’integrazione salariale senza assunzione di un vincolo contributivo che aveva di fatto limitato il diritto di innumerevoli Aziende Artigiane (e i loro dipendenti) che avevano liberamente scelto di non aderire al fondo”.

Ufficio stampa nazionale Sindacato CLAS

artigiani

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...