Sindacato CLAS: “mense ripartenza post Lock- Down”

La cosiddetta “Ripartenza“ post Lock- Down, non ha ancora portato segnali positivi nel settore della ristorazione collettiva, settore fortemente colpito dall’emergenza sanitaria.

Le mense aziendali hanno un’attività quasi azzerata o fortemente ridotta a causa dal ricorso generale allo smart working, effettuato sia nelle Aziende committenti Pubbliche che Private, mentre le mense scolastiche sono rimaste inattive dall’inizio della pandemia.

La contrazione dei volumi e del fatturato (periodo Marzo/ Aprile) è di circa il 70%, con migliaia di lavoratori in Cassa Integrazione o in FIS e con moltissimi di loro che ancora attendono l’indennità salariale da parte dell’INPS.

Dei 61 mila lavoratori della ristorazione in sospensione o riduzione dell’attività lavorativa con ricorso agli ammortizzatori sociali, circa 37 mila sono nelle mense scolastiche, prevalentemente si tratta di lavoratrici donne(circa l’80%), part-time e con una età media oltre i 50 anni.

Un ricorso prolungato allo smart working, se da una parte risolve un problema gestionale per le aziende che ne fanno ricorso, dall’altra determina un impatto economico spaventoso sui lavoratori del settore della ristorazione.

Dichiara Antonio Coscia per il Sindacato CLAS: “Non solo la ripresa totale delle normali attività nelle fabbriche, nelle aziende, ma anche la ripresa delle attività scolastiche sarà fondamentale per i lavoratori che rappresentiamo nel settore della ristorazione. Siamo preoccupati del fatto che, una riduzione così drastica dei pasti o la mancata ripresa del servizio, possa comportare la perdita di posti di lavoro. Inoltre la ripresa delle lezioni in aula e la conseguente riapertura del servizio mensa, potrà scongiurare per le madri lavoratrici di ogni settore, di dover abbandonare il posto di lavoro per poter seguire i propri figli a casa, non essendo più in grado di poter conciliare tempi di vita e tempi di lavoro. Continueremo a presentare a tutti i tavoli le istanze dei lavoratori che rappresentiamo a tutela della loro occupazione”.

L’ufficio stampa Sindacato CLAS

b9f47eaf-d1c4-4f99-b94f-94392d99e8a9

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...