Pieno riconoscimento dell’anzianità lavorativa ai fini pensionistici, per gli addetti del privato con part-time verticale ciclico

La legge di bilancio 2021, ha introdotto il riconoscimento dell’anzianità lavorativa ai fini pensionistici per i lavoratori in part-time verticale ciclico del settore privato(contratto molto diffuso nel settore dei servizi con periodi lavorati e periodi di sospensione).

L’articolo 1 comma 350 prevede che: “Per i contratti di lavoro a tempo parziale in corso dalla data di entrata in vigore della legge (1° gennaio 2021) o con decorrenza iniziale successiva, il numero delle settimane da includere nel computo dell’anzianità utile ai fini del diritto al trattamento pensionistico va determinato rapportando il totale della contribuzione annua al minimale contributivo settimanale”.

Le settimane dei periodi non lavorati sono pertanto da includere nel conteggio dell’anzianità necessaria per l’accesso alla pensione ma, condizione essenziale per ottenere la copertura completa del periodo lavorato, è soddisfare il minimale dei contributi annui previsti dall’Inps. Pertanto si equiparano di fatto i part-time verticali ciclici al part-time orizzontale.

Le procedure Inps non sono ancora attive, al contempo per qualsiasi info vi invitiamo a contattate le sedi Patronato ACLI più vicine a voi.

L’Ufficio Stampa Sindacato CLAS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...